Mettete un arcobaleno nei vostri idranti

Risale al 1978 la prima apparizione della bandiera arcobaleno come simbolo del movimento omosessuale (poi diventato LGBT, poi LGBTI, poi LGBTIQ o anche LGBT+; il concetto comunque è chiaro, anche se le sigle lo sono sempre meno).
Oggi la bandiera arcobaleno è il vessillo di tutti i gay pride del mondo, anche quelli organizzati nei Paesi (sì, ancora tanti e sempre troppi) dove gli omosessuali sono osteggiati o addirittura considerati criminali.
Poi ci sono i Paesi in bilico, dove in teoria la Costituzione li tutela ma in pratica la politica ha ricominciato a discriminarli: esempio tipico la Turchia.
Proprio a Istanbul, nel 2015, i partecipanti al gay pride sono stati dispersi dalla polizia con l’uso di cannoni ad acqua.
Le leggi della fisica però sono più inesorabili di quelle umane, e i getti d’acqua degli idranti hanno dato luogo al classico effetto della rifrazione luminosa. In altre parole, i poliziotti, nella loro azione contro gli attivisti omosessuali, hanno creato uno splendido arcobaleno.


N.B. Il giornale inglese Independent, che riporta la notizia, afferma di non essere in grado di verificare l’autenticità della foto. Dal punto di vista del paradosso comunque non cambia niente: in un caso è stato creato casualmente, nell’altro caso consapevolmente.

(Grazie a Simona Borioni per la segnalazione)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: