Sciopero alla romana

Gli scioperi italiani sono una barzelletta. Mentre per esempio in Francia e in Germania i sindacati organizzano scioperi rari ma imponenti, che paralizzano il Paese, noi osserviamo uno sciame di piccoli scioperi di dubbia efficacia.
Del resto, non c’è da stupirsi: come le cose sono organizzate male in positivo, quando si tratta di fornire servizi, così sono organizzate male anche al negativo, quando si tratta di sospenderli.
Il 13 giugno a Roma il lato comico della situazione ha toccato una nuova vetta: lo sciopero dell’Atac indetto dalle 20,30 alle 0,30, cioè in concomitanza con la partita d’esordio dell’Italia agli Europei. Un modo, evidentemente, per massimizzare l’adesione allo sciopero (e consentire agli scioperanti di guardare la partita).

Italia-Belgio

L’episodio ha avuto risonanza in tutta Italia per il suo lato grottesco; di fronte alla valanga di critiche, l’Ugl, la sigla sindacale che aveva indetto lo sciopero, si è difesa così: «La mobilitazione dei dipendenti Atac aderenti al sindacato è motivata dalla richiesta di massima sicurezza nei trasporti pubblici e l’orario dello sciopero non è stato indetto per consentire ai lavoratori di guardare l’esordio degli Azzurri ma per creare disagi minimi visto che la gran parte dei cittadini sarà a casa a guardare la partita».
Qui si lascia il terreno del ridicolo e si passa a quello del paradossale: il senso vero di uno sciopero è procurare disagi alla clientela e quindi un danno all’azienda. Altrimenti a che serve lo sciopero?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: