Dulce bellum inexpertis

Joanne Liu è la presidente internazionale di Medici senza frontiere. In un discorso pronunciato a New York, il 3 maggio 2016, ha denunciato le continue violenze ai danni degli ospedali in Siria, Afghanistan, Repubblica Centrafricana, Sudan, Sudan del Sud, Ucraina e Yemen: incursioni, incendi, saccheggi e bombardamenti. È ormai la normalità.

Liu

A Jasim, una località della Siria meridionale, i cittadini hanno manifestato davanti a un ospedale, per impedirne la riapertura. Sì, perché «sanno cosa succede agli ospedali in funzione».
Un paradosso così tragico che può capirlo solo chi conosce gli orrori della guerra.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: