I paradossi dell’Onu

La notizia ha suscitato molte proteste, e non poteva essere altrimenti.
L’Arabia Saudita ha appena avuto la presidenza del Consiglio per i diritti umani dell’Onu.
Le polemiche, più che comprensibili, sono state talmente accese da indurre le Nazioni Unite a emanare un comunicato per spiegare come stanno veramente le cose.
Intanto non è l’Arabia Saudita in quanto tale ad avere la carica ma, a titolo personale, l’ambasciatore saudita alle nazioni Unite, Faisal bin Hassan Trad (nella foto sotto).
Soprattutto, non si tratta della presidenza del Consiglio per i diritti umani ma solo del ristretto Gruppo consultivo (composto da cinque membri e senza veri poteri).
Poi, i cinque membri non sono nominati dall’Onu né da un suo organismo: sono eletti dai cinque gruppi regionali. E l’ambasciatore saudita è stato eletto dal gruppo dei Paesi asiatici.
Infine, la presidenza del piccolo Gruppo spetta a rotazione a ognuno dei cinque membri: tocca ora al rappresentante saudita, dopo il lituano, il greco, il cileno e l’algerino.
In questi termini, la notizia appare molto ridimensionata. Certo però fa effetto.

Faisal

Del resto l’Onu non è nuova a designazioni paradossali. L’anno scorso il Comitato per le politiche speciali e la decolonizzazione aveva nominato alla vicepresidenza il rappresentante di Israele: uno dei pochissimi Paesi al mondo, se non l’unico, a perseguire attivamente e dichiaratamente una politica di colonizzazione.

Ofra

Secondo me la spiegazione sta nei numeri. Queste cariche sono in genere annuali, e sono affidate tendenzialmente a Paesi sempre diversi. Sarebbe molto difficile da parte dell’Onu mettere veti su determinati Paesi.
Se ci fosse un comitato per la difesa delle balene prima o poi toccherebbe al Giappone, e quello per le parole sdrucciole alla Francia.

Annunci

Una Risposta to “I paradossi dell’Onu”

  1. Gianc. Says:

    poco c’entra col post, ma so che apprezzerai…
    la Volkswagen ha sostituito l’AD dimissionario Winterkorn (grano invernale) con Muller (Mugnaio)…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: