Archive for settembre 2015

Chiamateli gringos

25 settembre 2015

In italiano, come in inglese e in molte altre lingue, si dice spesso “americani” per intendere gli abitanti degli Stati Uniti: un uso chiaramente improprio, dato che, per esempio, gli argentini e i guatemaltechi sono altrettanto americani.
Gli spagnoli e i portoghesi ci tengono invece a sottolineare che la maggior parte degli “americanos” sono latini: ricorrono quindi al termine “norteamericanos”, che però è quasi altrettanto improprio, dato che alla lettera comprende anche i canadesi.
Il problema maggiore è per i messicani. Di solito, come gli altri latinoamericani, chiamano gli statunitensi “norteamericanos”. Ma sono loro stessi nordamericani!
L’alternativa, usata anche se meno diffusa, è “estadounidenses”. Ma anche questa potrebbe riferirsi al Messico, il cui nome ufficiale è “Estados Unidos Mexicanos”.

Annunci

Senza parole

18 settembre 2015

Pista ciclabile

(Grazie a Paolo Alessandrini per la segnalazione)

I paradossi della nonna

14 settembre 2015

La mia vecchia nonna era incredibilmente negata per le lingue. Aveva un factotum capoverdiano di nome João e lo chiamava alla spagnola Juan. Solo che lo leggeva alla francese, per cui la pronuncia finale non era troppo lontana da quella vera portoghese.

Elogio dell’ozio / 2

7 settembre 2015

Ilenia Franco ha 34 anni e ha appena scoperto che economicamente le conviene stare a casa anziché lavorare. Come ha spiegato in un’intervista alla Stampa, il problema è l’asilo di sua figlia: «Abbiamo tentato qualunque strada per iscrivere all’asilo nostra figlia Letizia e abbiamo sofferto per un meccanismo assurdo. I posti disponibili sono pochissimi, se lavoro anche io saliamo di fascia di reddito e siamo tagliati fuori dagli istituti pubblici. Quelli privati sono così costosi che diventa più conveniente occuparmi a tempo pieno della bimba finché non andrà alle elementari».

Ilenia Franco

È una versione aggiornata, in piccolo, del famoso caso del chirurgo svedese Herbert Olivecrona, che aveva suscitato grandi polemiche.
Il sistema fiscale svedese prevede tasse fra le più alte al mondo (usate probabilmente nel migliore dei modi, ma non è questo il punto). Olivecrona aveva calcolato che lavorando solo sei mesi all’anno, w passando gli altri sei in vacanza, avrebbe guadagnato meno ma sarebbe sceso in una fascia contributiva minore e, alla fine, gli sarebbe convenuto.
Tutti contenti? E i pazienti che dovevano aspettare oppure rivolgersi a un chirurgo meno bravo?

Titoli di giornale / 21

2 settembre 2015

Coniugi uccisi, non è esclusa violenza
(Titolo sul Televideo)