(Dis)occupati

Dopo i 50 anni succedono cose strane. Non menopause, calvizie, eccetera: quelle sono cose naturali. È nel mondo del lavoro che c’è un bel paradosso.
Fra il 2007 e il 2013, secondo i dati dell’Isfol (Istituto per lo sviluppo della formazione professionale dei lavoratori), nella fascia d’età fra i 50 e i 64 anni sono aumentate sia l’occupazione che la disoccupazione: il tasso di occupazione è salito dal 46,5% al 52,6%, quello di disoccupazione dal 2,5% al 6,5%.

In realtà non c’è niente di paradossale: con l’aumento progressivo dell’età pensionabile è ovvio che l’occupazione degli ultracinquantenni aumenta, anche se con la crisi cresce pure il numero di disoccupati.

(Grazie a Cristina Da Rold per la segnalazione)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: