Come dite voi Carmen in francese?

Spesso quando si scrive un articolo la cosa più difficile è l’attacco. Gian Luca Favetto doveva recensire sul Venerdì di Repubblica la Carmen interpretata dall’Orchestra di Piazza Vittorio, per la regia di Mario Martone. Forse non sapeva proprio come cominciare. Forse l’idea gli è venuta dallo stesso Martone (ma questo non lo giustificherebbe, né sembra pensabile, in questo caso, dare la colpa a un maldestro intervento redazionale). Fatto sta che il risultato è decisamente sfortunato:

«È una questione di accento e di pronuncia. Voi come dite Carmen? Dite Càrmen? Allora è roba e personaggio di Georges Bizet e, prima ancora, di Prosper Mérimée. Questa, invece, è roba e personaggio di Enzo Moscato alla penna, dell’Orchestra di Piazza Vittorio alla musica, di Mario Martone alla regia e di Iaia Forte all’interpretazione, e allora si chiama Carmèn. Perché questa non è la gitana di Siviglia, questa è Carmèn dei quartieri spagnoli, verace femmina di Napoli».

Ora, i napoletani sono coscienti degli spostamenti d’accento nel loro dialetto. Fin troppo, tant’è vero che a volte cercano di compensarli, arrivando all’ipercorrettismo e pronunciando “Piazza Càvour”.
Quindi, se c’è qualcuno al mondo che potrebbe pensare che Càrmen sia la pronuncia francese (oltre a Favetto in giornata no), sono proprio i napoletani.

Annunci

Una Risposta to “Come dite voi Carmen in francese?”

  1. Francesco U. Says:

    A margine:
    ci sono diverse parole straniere che, una volta importate nella lingua italiana, perdono l’accentazione originaria per assumerne una più amena.
    Quelle che ogni volta mi fanno sobbalzare sono “management” e “ralenti”.
    La prima, in inglese si pronuncia mànagement: un po’ ostico per noialtri che spesso al di qua della Manica reinterpretiamo in manàgement (eppure diciamo mànager e non manàger)
    La seconda invece è una parola francese che sta per “rallentato” ma, fatta eccezione per un vecchio inviato di 90° minuto a Torino (probabilmente per vicinanza geografica con oltralpe), non ho mai sentito pronunciare alla francese (ralentì) ma sempre come fosse all’inglese (ràlenti). Tanto valeva mettere una “y” alla fine allora…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: