Ah, la memoria…!

Il 27 gennaio di ogni anno, Giornata mondiale della memoria, si ricorda la liberazione del campo di concentramento di Auschwitz, avvenuta il 27 gennaio 1945.
Naturalmente la commemorazione più significativa si svolge proprio ad Auschwitz, alla presenza dei rappresentanti di numerosi Paesi del mondo.
Quest’anno, in occasione del settantesimo anniversario, ci sono fra gli altri il presidente tedesco Joachim Gauck, quello francese François Hollande e, per l’Italia, il presidente del Senato Pietro Grasso (nell’esercizio delle funzioni del Presidente della Repubblica).

Auschwitz 2015

Spicca però l’assenza di uno dei leader più importanti.
Vladimir Putin, come annunciato, non prende parte alla cerimonia: non ha ricevuto un invito ufficiale da parte delle autorità polacche (i commentatori attribuiscono entrambi i comportamenti agli screzi sulla crisi ucraina).
Al posto suo c’è il vice primo ministro Sergei Ivanov. Eppure nessuna presenza sarebbe stata più indicata della sua: ad aprire i cancelli di Auschwitz era stata l’Armata Rossa, di cui l’esercito russo è la continuazione.
Ma forse Putin – e i polacchi – se n’erano dimenticati.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: