Archive for gennaio 2015

Ah, la memoria…!

27 gennaio 2015

Il 27 gennaio di ogni anno, Giornata mondiale della memoria, si ricorda la liberazione del campo di concentramento di Auschwitz, avvenuta il 27 gennaio 1945.
Naturalmente la commemorazione più significativa si svolge proprio ad Auschwitz, alla presenza dei rappresentanti di numerosi Paesi del mondo.
Quest’anno, in occasione del settantesimo anniversario, ci sono fra gli altri il presidente tedesco Joachim Gauck, quello francese François Hollande e, per l’Italia, il presidente del Senato Pietro Grasso (nell’esercizio delle funzioni del Presidente della Repubblica).

Auschwitz 2015

Spicca però l’assenza di uno dei leader più importanti.
Vladimir Putin, come annunciato, non prende parte alla cerimonia: non ha ricevuto un invito ufficiale da parte delle autorità polacche (i commentatori attribuiscono entrambi i comportamenti agli screzi sulla crisi ucraina).
Al posto suo c’è il vice primo ministro Sergei Ivanov. Eppure nessuna presenza sarebbe stata più indicata della sua: ad aprire i cancelli di Auschwitz era stata l’Armata Rossa, di cui l’esercito russo è la continuazione.
Ma forse Putin – e i polacchi – se n’erano dimenticati.

Annunci

Le mille luci del blackout

23 gennaio 2015

Io per addormentarmi ho bisogno del buio quasi totale, e l’altra sera non riuscivo a prendere sonno a causa di un blackout. Sì, perché il blackout aveva colpito solo il mio palazzo, e le luci della strada entravano prepotentemente dalla mia finestra, dato che l’interruttore elettrico per abbassare la persiana ovviamente non funzionava.

Il fobosofo domato

16 gennaio 2015

Un brillantissimo studente all’esame di maturità classica, molti anni fa.
L’oggetto della sua tesina di filosofia, San Bonaventura, viene definito “uno scribacchino” dalla commissaria esterna.
All’uscita, gli amici gli si affollano intorno: «Com’è andata?», «Che ti ha chiesto?». «Com’è la tipa?», «È sposata?».
Risposta unica, desolata e rabbiosa, a tutte le domande: «Ma chi se la sposa, una professoressa di filosofia?».

Vari decenni dopo, quello stesso studente ha festeggiato le nozze d’oro. Felicissimo lui, felicissima sua moglie, insegnante di filosofia ormai in pensione.

Senza parole

12 gennaio 2015

Uscita

Collezione di ossimori /4 – Nel cinema

7 gennaio 2015

Titoli di film: Brivido Caldo (Lawrence Kasdan), Piccolo grande uomo (Arthur Penn), Un’adorabile infedele (Howard Zieff), Tiranna deliziosa (John Blystone), True Lies (film con Schwarzenegger, il quale probabilmente ignora cosa sia un ossimoro), False verità (Atom Egoyan).

Bellissima poi l’espressione realismo poetico, che definisce lo stile dei film di Carné con le sceneggiature di Prévert, come Alba tragica, Il porto delle nebbie, Amanti perduti.