Sveglia soporifera

Quella notte avevo dormito proprio male. Non mi ricordo se ero raffreddato, preoccupato per qualcosa o non avevo digerito bene.
Fatto sta che mi stavo assopendo, finalmente, quando era già giorno, subito prima che suonasse la sveglia.
Ora, come molti altri amanti del sonno mattutino, ho l’abitudine, prima di alzarmi, di lasciar suonare la sveglia diverse volte, a distanza di alcuni minuti: ogni volta la spengo e mi riaddormento per pochi, bellissimi minuti (mi è anche capitato, a volte, che quei pochi minuti si prolungassero in ore).
Quella mattina avevo appena superato la soglia fra l’insonnia e il felice stato di torpore in cui il desiderio principale nella vita è di gran lunga quello di continuare a dormire.
Così dopo la prima sveglia mi sono addormentato per la prima volta, e dopo la seconda il sonno, ormai avviato, era più profondo.
Insomma: a ogni squillo della sveglia mi addormentavo più profondamente.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: