Cornuti e mazziati

L’Italia è regolarmente in testa alla classifica europea delle procedure di infrazione – i richiami della Commissione Europea ai singoli Stati che non si adeguano con sufficiente fedeltà o celerità alle direttive comunitarie. I tipici ambiti sono la tutela dell’ambiente, la normativa finanziaria, la libera concorrenza.
Nei casi più gravi l’Unione Europea stabilisce una sanzione pecuniaria a carico dello Stato responsabile dell’infrazione.
Così i cittadini sono vittime due volte dell’inefficienza (o della malafede) del proprio governo: subiscono i danni (per esempio) di una gestione inadeguata dei rifiuti e in più, in quanto collettività, pagano la multa.

Ipotizziamo che in Italia arrivi al potere (Dio ce ne scampi!) un Berlusconi in peggio: ancora più spregiudicato, più irrispettoso del bene comune, più potente perché in grado di influenzare i mezzi di comunicazione in modo ancora più pervasivo, al limite del nord-coreano.
Cosa potrebbe fare l’Europa contro questo simil-dittatore? Solo una serie ancora più lunga di procedure di infrazione e di sanzioni, che il briccone pagherebbe (con sommo divertimento) con i soldi dello Stato.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: