La Consulta e i viaggi nel tempo

Tutti a dire che il Parlamento eletto con una legge elettorale anticostituzionale è illegittimo – e già è paradossale che fra i più accaniti sostenitori di questa idea ci siano i promotori della legge stessa.
(Comunque le cose non stanno così, come hanno spiegato autorevoli giuristi e uomini politici, a partire dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano – il quale altrimenti sarebbe stato eletto da un Parlamento illegittimo).
Se però valesse il principio, sarebbe illegittima anche la Corte Costituzionale che ha sancito l’anticostituzionalità della legge Calderoli: tre dei suoi 15 membri sono stati nominati da Parlamenti eletti con questa legge elettorale, e altri tre da un Presidente della Repubblica a sua volta eletto da Parlamenti nel caso illegittimi.
Sarebbe un altro meccanismo di autodistruzione politico: ecco un secondo paradosso.
Ma ce ne sarebbe anche un terzo, perché ci si può chiedere: sarebbe valida la sentenza di incostituzionalità emessa da una Corte Costituzionale illegittima?
Ci sarebbe quindi una versione giuridica del vecchio paradosso della macchina del tempo: uno viaggia nel passato e uccide suo nonno da giovane, che quindi non potrà mettere al mondo suo padre che quindi non potrà mettere al mondo lui. Ma allora chi ha ucciso il nonno?

the_time_machine

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: