Un primato e due paradossi

Per la prima volta una nave portacontainer, la russa Reka Ob, ha portato a termine la rotta artica dalla Norvegia al Giappone (e questo è il primato).
Per poterla percorrere ha dovuto essere scortata da tre rompighiaccio: Vaygach, Rossiya e 50 Let Pobedy, tutti alimentati da piccoli reattori nucleari ad acqua pressurizzata.
Di paradossale c’è l’uso dell’energia nucleare per il trasporto di un’altra fonte di energia, e soprattutto la sua destinazione: il gas è stato inviato in Giappone per sopperire al deficit di energia causato dalla chiusura temporanea di molte centrali nucleari (e definitiva di qualcuna).

Reka Ob

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: