Viva Verdi!

I leghisti si divertono a celebrare il loro Paese immaginario cantando Va pensiero come inno. A parte l’inesistenza non solo dello Stato in questione, ma anche del suo nome *, forse non sanno di avere scelto il brano musicale meno indicato per fomentare la divisione dell’Italia: Verdi, cantando la sua patria «bella e perduta», invocava l’unificazione della sua unica patria. L’Italia, evidentemente **.

VIVA VERDI

 

* Esiste invece la Padana, com’è ovvio

** Naturalmente non è la prima cantonata paradossale dei leghisti: un altro esempio lampante è la scelta del colore. Molto più bravi gli scozzesi, anche loro però con un notevole paradosso

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: