La nipote di Mubarak e la figlia di Makhmalbaf

Al festival del cinema di Venezia, nel 2003, era in rassegna un documentario intitolato Lezate Divanegi (tradotto con Joy of Madness). L’autrice, Hana Makhmalbaf, era la giovanissima figlia del regista iraniano Mohsen Makhmalbaf: all’epoca non aveva nemmeno 15 anni (anche se, secondo i critici, già dimostrava un certo talento cinematografico).

Proprio la sua tenera età ha ingenerato una situazione delicata. Il fatto è che, in Italia, i film presentati ai festival non passano per la censura: per evitare problemi, quindi, sono tutti vietati ai minori di 18 anni. Dunque la giovanissima Hana non poteva entrare, e quindi non poteva presenziare alla proiezione del suo stesso film!
C’è voluto un permesso speciale, concesso dopo una lunga trattativa. E non in virtù del suo celebre padre (comunque una parentela autentica…!), ma come riconoscimento del suo status di regista.
(Grazie a Giovannella R. per la segnalazione)

Annunci

2 Risposte to “La nipote di Mubarak e la figlia di Makhmalbaf”

  1. Carlo Ruggeri (@carloruggeri) Says:

    perdonami l’gnoranza ma non ho capito.
    che c’entra “La nipote di Mubarak” ?

    grazie per la risposta, se ti va.

    • Paologico Says:

      In realtà era una ragazzina marocchina minorenne, una di quelle assoldate da Berlusconi: proprio lui poi l’ha spacciata per la nipote di Mubarak (che non c’entrava niente) per evitarle problemi giudiziari.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: