Radioprotezione all’italiana

Come esempio di timori irrazionali legati all’energia nucleare, l’inglese Paddy Regan, direttore del corso di laurea in protezione ambientale e radiologica all’Università del Surrey, cita in particolare un esempio: l’Italia.
Subito dopo l’incidente di Fukushima, il Ministero degli esteri italiano ha invitato i propri cittadini a lasciare Tokyo, a causa dell’aumento dei livelli di radioattività.
Ebbene, nonostante la relativa vicinanza alla centrale danneggiata, la radioattività a Tokyo era più bassa di quella di origine naturale che si registra normalmente a Roma.
Il risultato è stato che, per proteggere le persone dalla radioattività, il Ministero le invitava a lasciare una città e ad andare in un’altra dove i livelli erano maggiori.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: