Archive for giugno 2012

Dagli Urali agli Appalachi

27 giugno 2012

Le montagne russe in Russia si chiamano montagne americane (Amerikanskie Gorki).
Chi ha ragione? Tutti e due: le hanno inventate i russi nel Quattrocento (erano in pratica scivoli ghiacciati per slittini), ma sono stati gli americani, nell’Ottocento, a realizzarle nella versione attuale e a renderle un successo commerciale (precisamente, nel 1827 in Pennsylvania).

(Tratto dal mio Piccolo libro delle curiosità del mondo, Sironi, Milano 2012).

Annunci

Il resto è Balotelli

25 giugno 2012

A volte quando un calciatore sbaglia un tiro il telecronista commenta: «Ha colpito la palla troppo bene». E spesso è vero: il gesto tecnicamente perfetto porta a una traiettoria prevedibile per il portiere.

Come i “moderati” in politica

20 giugno 2012

La temperatura più alta documentata con certezza all’ombra è 57,8 °C, registrata nella località libica di Al ’Aziziyah il 13 settembre 1922 (quando la Libia era una colonia italiana!).
Ora, Al ’Aziziyah si trova a nord del Tropico del Cancro: questo vuol dire che, in termini strettamente geografici, la temperatura estrema è stata registrata nella cosiddetta “fascia climatica temperata”.

(Tratto dal mio Piccolo libro delle curiosità del mondo, Sironi, Milano 2012).

Titoli di giornale / 9

18 giugno 2012

Titolo su Repubblica.it
(parlando della Malaysia): «La tigre asiatica»

Il nuovo Neandertal

14 giugno 2012

Come tutti sanno, l’uomo di Neandertal prende il nome dalla località di Neandertal, in Germania, dove per la prima volta furono ritrovati suoi resti.
Quello che pochi sanno è la vera origine del nome.
Neandertal, cioè la valle di Neander, prende il nome a sua volta dal poeta tedesco Joachim Neander (1650-1680), che cantava quei luoghi nei suoi componimenti e a cui per questo è stato dedicato il nome della valle.
Il suo però era uno pseudonimo: il suo vero nome era Joachim Neumann.
Neander (Ne-ander, cioè uomo nuovo) era la grecizzazione di Neumann (appunto uomo nuovo).
Morale: è nella “valle dell’uomo nuovo” che è stato trovato per la prima volta l’uomo preistorico!

(Tratto dal mio Piccolo libro delle curiosità del mondo, Sironi, Milano 2012).

Neo-neo-lingua

9 giugno 2012

Ormai per “Grande Fratello” si intende uno che ti guarda senza dire niente mentre fai quello che ti pare.

Quando gli dei risolvevano paradossi

5 giugno 2012

Racconta un mito greco che nell’isola di Creta viveva una certa Procri, che era riuscita a guarire il re Minosse da una grave malattia. Come ricompensa, aveva avuto in dono un cane da caccia miracoloso, dotato di un potere speciale: non si lasciava sfuggire nessuna preda.
Capitato una volta a Tebe, in Beozia, il cane di Creta incontra la volpe del monte Teumesso, che a sua volta aveva il potere di sfuggire a qualunque cane.
Come poteva andare a finire?
Secondo il mitografo romano Igino la questione è stata risolta salomonicamente con un intervento dall’alto: «Quando si affrontarono, Giove, non sapendo che partito prendere, li trasformò entrambi in pietra».