Di fraternité neanche a parlarne

(Dickens, parlando dell’incarcerazione di un esule durante la rivoluzione francese):
I tre secondini che erano entrati, chiamati dal campanello che la signora aveva suonato, le fecero eco, e uno aggiunse: «Per amore della libertà!» e la conclusione, in quel luogo, suonava alquanto stonata.
(Charles Dickens, Una storia fra due città [A Tale of Two Cities])

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: