Mari o monti

A scuola mi hanno insegnato a cantare il “Mattino” di Grieg, tratto dal Peer Gynt. Le parole italiane erano: «Pallido Sole che sorgi al mattin, fra le betulle, sui monti, ti affacci sul mar». Chi le ha scritte pensava alla Norvegia di Grieg, ma non sapeva che il brano originale (fra l’altro strumentale) descriveva il risveglio del protagonista su una spiaggia tropicale.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: