Moderato ma non troppo, un poco agitato

Nella campagna elettorale per le elezioni comunali di Milano, l’invito a «moderare i toni» è venuto da Umberto Bossi. E già questo è un paradosso. Il “moderatore” poi si è subito smentito, definendo il candidato avversario «un matto che vuole riempire Milano di zingari e di moschee». Ma forse, rispetto al suo standard, questo è un tono moderato.

Annunci

Una Risposta to “Moderato ma non troppo, un poco agitato”

  1. paleomichi Says:

    ma certo, nella frase non c’è nemmeno una parolaccia…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: