Archive for maggio 2011

Centralismo leghista

30 maggio 2011

La notizia è su tutti i giornali: l’eurodeputato leghista Mario Borghezio ha definito «un patriota» il criminale di guerra serbo Ratko Mladić, accusato di genocidio e crimini contro l’umanità per il massacro di Srebrenica, e ha anche promesso di andarlo a trovare. In queste dichiarazioni, a parte l’abominio etico, c’è un controsenso politico: Mladić combatteva (in senso purtroppo letterale) in nome del “centralismo” serbo, per schiacciare le spinte secessionistiche degli altri popoli jugoslavi. Quindi per la Lega gli autonomisti diventano cattivi se qualcuno di loro è musulmano?

Annunci

Tutta colpa di Pisapia?

27 maggio 2011

Questa foto inviata a Repubblica.it da un lettore parla da sola: manifesti razzisti della Lega affissi da attacchini immigrati.

Aforismi paologici / 1

24 maggio 2011

La pioggia mi secca.

Salumi Al Sarkal

22 maggio 2011

Il Venerdì di Repubblica del 20 maggio titola, apparentemente senza rendersi conto del paradosso: “All’emiro fa gola il prosciutto di Parma”. L’articolo spiega che l’emiro Al Sarkal di Dubai vuole investire nell’industria alimentare emiliana, ma non fa neanche un cenno all’imbarazzante ed esuberante presenza dei salumi. Chissà se l’emiro si metterà a produrre anche il Lambrusco…

Moderato ma non troppo, un poco agitato

21 maggio 2011

Nella campagna elettorale per le elezioni comunali di Milano, l’invito a «moderare i toni» è venuto da Umberto Bossi. E già questo è un paradosso. Il “moderatore” poi si è subito smentito, definendo il candidato avversario «un matto che vuole riempire Milano di zingari e di moschee». Ma forse, rispetto al suo standard, questo è un tono moderato.

Punti di vista

19 maggio 2011

Se noi chiamiamo il ping-pong “tennis da tavolo”, per i cinesi il tennis è il “ping-pong da campo”?

Far from the Madding Crowd

17 maggio 2011

Fra tutti i miei amici, l’unica che mi ha detto di aver visto in televisione le nozze reali di William e Kate è stata Francesca B., il cui matrimonio era stato decisamente meno pubblicizzato: invece di essere seguita in diretta da un miliardo di persone, la cerimonia (per una scelta precisa degli sposi, ovviamente) si era svolta senza neanche un invitato, a parte due testimoni prese sul posto.

La sovranità appartiene al popolo

14 maggio 2011

Questa non è mia, è di Marco Travaglio. Sotto elezioni però vale la pena citarla:
Come lo spieghi a un extracomunitario che per avere l’onore di votare per un pregiudicato deve essere incensurato?

Un Paese normale

12 maggio 2011

In Italia, a parlare di meritocrazia è Mariastella Gelmini.

Facciamoci del male

11 maggio 2011

L’oncologo Umberto Veronesi ha dimostrato la grande utilità della Tac spirale per la prevenzione del tumore al polmone. Ottimo. Perciò ha chiesto di inserirla fra le prestazioni del Servizio sanitario nazionale come screening di routine. Giustissimo. Non potendo però offrire questa prestazione a tutti, ha pensato di limitarla ai soggetti più a rischio: i grandi fumatori. Morale: chi fuma verrà tutelato più di chi mantiene uno stile di vita salutare. E chi è esposto al fumo passivo, altra condizione notoriamente a rischio? Gli conviene mettersi a fumare, così potrà rientrare nello screening.

La persona sbagliata al posto sbagliato

9 maggio 2011

La struttura moderna, “americana”, del mondo del lavoro è in teoria la più funzionale per la produttività, ma in pratica la meno efficiente.

Se un lavoratore si dimostra molto bravo a svolgere una determinata mansione, viene promosso. Se anche al nuovo livello si rivela in gamba, viene promosso di nuovo. E così via, finché non si trova in una posizione in cui non riesce a dimostrarsi all’altezza: a quel punto ovviamente non viene più promosso, e così resta definitivamente lì, nell’unico posto che non gli si addice. E lo stesso vale per tutti gli altri, compresi ovviamente quelli che lo hanno sostituito ai livelli più bassi della sua carriera.

Anche io voglio 30 denari!

6 maggio 2011

Il rimpasto del governo ha premiato i “transfughi” di Fli, che erano stati decisivi per la fiducia al governo Berlusconi votata a dicembre. I parlamentari del Pdl però potrebbero giustamente protestare: «Come, io ti ho votato gratis!». Gli sarebbe convenuto far finta di passare a Fli, poi fare un altro voltafaccia e votare la fiducia, naturalmente in cambio di una ricompensa.
Ora che ci penso, forse è proprio quello che qualcuno ha fatto…

Talento innato

3 maggio 2011

Negli spot televisivi Totti ha rivelato sorprendenti doti di recitazione. Se tirasse i rigori con la stessa abilità…